Cronaca Chieti Scalo

Si finge fisioterapista a domicilio ma gli ruba tutto l'oro: denunciata a Chieti Scalo

La vittima è un'84enne del posto. I carabinieri sono riusciti ad identificare la ladra e a denunciarla: si tratta di una teatina di 43 anni, già avvezza a raggiri simili

Finge di essere massaggiatrice a domicilio ma la deruba di tutto l’oro. La disavventura ha visto protagonista una donna di 84 anni, residente a Chieti Scalo.

Sabato pomeriggio riceve la visita di una donna di bell’aspetto che le si presenta come massaggiatrice – fisioterapista a domicilio per conto di un’associazione di beneficenza. Chiede di visitarla in cambio di una piccola offerta. L’anziana, piena di dolori, accetta di farsi visitare, accogliendo la giovane in casa. A quel punto la finta dottoressa o gioca di astuzia: chiede alla “paziente” di togliersi tutti gli oggetti in oro da lei indossati, in quanto fastidiosi per la visita e perché è allergica. La vittima non ci trova niente di strano e si affida ‘alle cure’ della finta professionista, che comincia a massaggiarle la nuca.  

Ma a un certo unto la truffatrice arraffa tutto l’oro poggiato sul tavolo della cucina e si dilegua velocemente. La vittima, però, si accorge subito di quello che sta succedendo e rincorre per un tratto la ladra, vedendola sparire a bordo di un’auto scura parcheggiata lì vicino da un complice.

Avvertiti i carabinieri della stazione di Chieti Scalo per sporgere querela, non riesce altri dettagli ma i militari, grazie alle immagini delle telecamere di una banca nei pressi dell’abitazione della vittima, si accorgono di avere a che fare con una “vecchia conoscenza”: una teatina di 43 anni, già avvezza a raggiri simili.

La donna è stata denunciata a piede libero alla Procura della Repubblica di Chieti, sono in corso ulteriori accertamenti per identificare il complice che ne ha agevolato la fuga. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si finge fisioterapista a domicilio ma gli ruba tutto l'oro: denunciata a Chieti Scalo

ChietiToday è in caricamento