"Buongiorno, sono una dottoressa inviata dal Comune" ma è una truffa agli anziani

L'appello dei sindaci di Tollo e Miglianico dopo che nei giorni scorsi sono giunte diverse segnalazioni sospette

Italiana, ben vestita, bussa alle case degli anziani dicendo di essere stata mandata dal Comune per visitarli e verificare le loro condizioni di salute. Ma è un tentativo di truffa a tutti gli effetti quello segnalato negli ultimi giorni a Tollo e Miglianico, dove i rispettivi sindci Angelo Radica e Fabio Adezio lanciano un appello alla popolazione.

"Non abbiamo incaricato nessuno per svolgere questo servizio" precisa Radica invitando i concittadini "a non consentire l’ingresso nelle  abitazioni a queste persone".

Secondo quanto testimoniato, le aspiranti truffatrici girerebbero in due: una signora di altezza media altezza con addosso una gonna nera e un maglioncino bianco, quando non usa il camice bianco 'per entrare meglio nella parte' e un'altra che la aspetta in auto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"É una truffa - aggiunge il sindaco Adezio dalla vicina Miglianico - Non consentite l’ingresso nelle vostre abitazioni a queste persone e chiamate subito le forze il 112".

L'INTERVISTA Truffe agli anziani, il colonnello: "A volte si cede per solitudine"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Prorogate tutte le zone rosse: non si può entrare e uscire fino al 13 aprile

  • Coronavirus, in Abruzzo sono morte altre 10 persone

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi in Abruzzo: ci sono 78 nuovi casi

  • È scomparso ad Arielli il "poeta agricoltore" Tommaso Stella

  • Coronavirus, morte altre 13 persone: ci sono anche due teatini e due uomini della provincia

Torna su
ChietiToday è in caricamento