rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Cronaca Chieti Scalo

Applausi, abbracci e lacrime: Chieti Scalo si ferma per ricordare Fausto

Dall'università a piazzale Marconi il corteo contro la violenza a due settimane dal tragico evento

Il dolore e lo sgomento non passano e in via Pescara sono ancora tanti i fiori che lo testimoniano, nel luogo dove Fausto Di Marco ha perso la vita due settimane fa, dopo una banale e ingiustificata lite. Ma la città prova a rialzarsi dopo un crimine che l’ha scossa nel profondo, costringendola a fare i conti con un orrore al quale non era abituata.

Lo ha dimostrato partecipando alla fiaccolata contro la violenza in memoria di Fausto, sabato pomeriggio. In circa quattrocento, forse anche di più, hanno percorso il quasi chilometro e mezzo dall’ingresso del campus universitario fino a piazzale Marconi “per rispondere a questo atto di violenza e non rimanere indifferenti” ha dichiarato il consigliere comunale Enrico Raimondi che dell’iniziativa è stato il promotore. Ma non c’erano bandiere e partiti a Chieti Scalo: solamente cittadini partecipi di un dolore diventato collettivo per essere più sopportabile. C’erano la madre e il fratello di Fausto circondati dall’abbraccio di parenti, amici e conoscenti, presenti anche il sindaco e molti consiglieri comunali di maggioranza e opposizione. Gli striscioni in testa al corteo chiedevano di fermare la violenza, di dire no all’omertà.

Al passaggio della fiaccolata via Pescara, viale Campobasso e parte di viale Benedetto Croce si sono fermate, c’è chi è sceso dall’auto facendosi il segno della croce. Una partecipazione che probabilmente è andata al di là della presenza fisica lungo il percorso. Un applauso ha scandito l’inizio della marcia, tra via Colle dell’Ara e via Pescara, nei pressi del circolo Tre Assi (ancora sotto sequestro) dove Fausto aveva trascorso le ultime ore di vita. Applausi anche all’arrivo in piazzale Marconi dove ha preso la parola Pio Di Marco per ringraziare tutti. “E’ stata una vicenda del cavolo, speriamo che la giustizia faccia il suo corso”. Non riesce a dire altro che sono ancora applausi, abbracci e fiumi di lacrime. La città non può dimenticare.

Giovedì prossimo alla Cueva Brigante ci sarà una serata di musica per ricordare ancora Fausto, “Pura condivisione”: una vagonata di musicisti per trascorrere una bella serata, come lui sicuramente avrebbe desiderato.

Fiaccolata per Fausto Di Marco 22 ottobre 2016

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Applausi, abbracci e lacrime: Chieti Scalo si ferma per ricordare Fausto

ChietiToday è in caricamento