InDifferenze, il festival degli ultimi: alla capanna di Betlemme una lezione di volontariato

Luca Fortunato e Gugliemo Rapino presentano "inDifferenze-il festival dell'emarginazione" in corso nella struttura di via Ravizza. Il loro non è un invito alla città ma un invito alla sensibilità

La Capanna di Betlemme di Chieti apre le porte del proprio chiostro per ospitare un ciclo di eventi dove arte, musica, proiezioni e teatro si fondono per parlare di emarginazione e speranza, differenze e indifferenza.

Insieme alle associazioni culturali "Meridiani Paralleli" e "I Colori del Territorio", attori, pittori, musicisti, vittime e attivisti raccontano dei "colori della diversità" affrontando ad ogni incontro una tematica differente, alla ricerca di una storia comune che ispiri speranza e soluzioni creative ai piccoli grandi drammi sociali dei nostri tempi.

Le serate sono rivolte agli ospiti della casa di accoglienza e a tutti gli amici e volontari desiderosi di confrontarsi e raccontarsi. Ogni partecipante diventa parte attiva di un dialogo di cambiamento, canta-storie di un nuovo racconto, destinatario e sorgente di un messaggio differente. Per scoprire tra le differenze, la cura autentica all'indifferenza.

I prossimi eventi in programma:

20 luglio ore 20.30 -  Cesare deve morire: incontro sul tema del carcere 

22 luglio ore 20.30 - Si può fare: serata sul tema della disabilità e delle cooperative

10 agosto ore 20.30 - Il castello: alla scoperta del mondo nascosto dei senza fissa dimora

Video popolari

InDifferenze, il festival degli ultimi: alla capanna di Betlemme una lezione di volontariato

ChietiToday è in caricamento