rotate-mobile
Cronaca Casoli

Femminicidio di Casoli: salma positiva al Covid, l'autopsia si terrà all'ospedale di Fermo

La procura di Lanciano ha affidato l'incarico al medico legale Pietro Falco, l'esame tecnico irripetibile sul corpo di Michele Faiers potrebbe tenersi già sabato mattina. Nominato anche un consulente di parte dell'indagato, il connazionale e convivente Micheal Withbread, accusato dell'omicidio

L'autopsia di Michele Faiers Dawn, la donna inglese di 66 anni trovata morta nel suo casolare di Casoli il 1° novembre scorso, si terrà all'ospedale di Fermo. La salma, infatti, è risultata positiva al tampone Covid e quindi serve una struttura medica specializzata come è l'ospedale marchigiano.

Questa mattina, in tribunale a Lanciano, il procuratore Mirvana Di Serio ha affidato l'incarico per l'esame tecnico irripetibile al medico legale Pietro Falco, che fisserà la data per l'autopsia in base alla disponibilità dell'ospedale di Fermo. Non è escluso che la perizia possa svolgersi già sabato mattina. Sulla salma sarà effettuato anche un esame radiografico.

Dell'omicidio volontario aggravato della donna è accusato il connazionale e convivente 74enne Micheal Dennis Withbread, che in Italia è difeso d'ufficio dall'avvocato Massimiliano Sichetti, il quale ha nominato come consulente medico il dottor Viscardo Murri. Le tre figlie della donna, parti lese, sono patrocinate dall’avvocatessa Nadia Giacomina Germanà Tascona di Milano.

Micheal Withbread è tuttora detenuto in carcere a Londra. Il prossimo 7 dicembre comparirà per la seconda volta davanti ai giudici che dovranno decidere in merito alla sua eventuale scarcerazione. Per la richiesta di estradizione la Corte ha invece fissato l’udienza al 26 febbraio 2024.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Femminicidio di Casoli: salma positiva al Covid, l'autopsia si terrà all'ospedale di Fermo

ChietiToday è in caricamento