rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Casoli

Femminicidio di Casoli: Michele uccisa da nove coltellate, una letale

La donna inglese di 66 anni, trovata morta nella sua abitazione il 1° novembre, avrebbe cercato di difendersi dal suo assassino. Per l'omicidio l'unico indagato è il convivente e connazionale Micheal Dennis Withbread, in carcere a Londra

Sarebbero nove e non sette, come inizialmente evidenziato dalla prima ricognizione cadaverica, le coltellate inferte a Michele Faiers Dawn dal suo assassino. Un fendente in particolare, che avrebbe bucato un polmone e reciso l'aorta toracica, avrebbe condotto alla morte la 66enne inglese, trovata cadavere la mattina del 1° novembre nella sua abitazione di contrada Verratti a Casoli.

Sono i primi elementi che emergono dall'autopsia, effettuata oggi all'ospedale di Fermo, perché sulla salma era stata riscontrata un'infezione da Covid. Gli esami, durati oltre tre ore, sono stati eseguiti dal medico legale Pietro Falco, incaricato dalla procura di Lanciano.

Del femminicidio della mamma e nonna britannica è accusato il convivente e connazionale Michael Whitbread, 74 anni, attualmente in custodia nel carcere di Wandsworth, a Londra. L’uomo deve rispondere di omicidio volontario aggravato dal rapporto di convivenza.

Presenti all'autopsia anche il difensore d’ufficio in Italia di Withbread, l’avvocato Massimiliano Piacentino Sichetti, il consulente medico, dottor Viscardo Murri, e i carabinieri della sezione di Polizia giudiziaria della procura di Lanciano, a cui sono stati consegnati i reperti prelevati per i successivi esami istologici, biologici e tossicologici.

La vittima, stando ai tagli che sarebbero stati trovati su una mano e su un avambraccio, avrebbe cercato di difendersi dal suo assassino. I colpi sarebbero stati inferti per lo più dall'alto verso il basso, sia di spalle che di fronte. Michele potrebbe essere stata colta di sorpresa mentre era a letto. Il delitto risalirebbe infatti, secondo la ricostruzione dei carabinieri del Norm di Lanciano, alla notte tra sabato 28 e domenica 29 ottobre.

La mattina seguente Withbread, cambiatosi i vestiti sporchi di sangue e ripulito il coltello usato per l'omicidio, sarebbe fuggito in auto alla volta dell'Inghilterra, dove è stato arrestato la sera del 1° novembre a Shepshed, a casa di una figlia.

L'abitazione di contrada Verratti, intanto, è stata dissequestrata. Nei prossimi giorni le tre figlie della vittima dovrebbero arrivare in Italia.

L'avvocato Sichetti e l'indagato Withbread

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Femminicidio di Casoli: Michele uccisa da nove coltellate, una letale

ChietiToday è in caricamento