menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donazione organi: il fegato di una 80enne salva la vita a un uomo di 60 anni

I tre figli della signora, deceduta giovedì sera, hanno acconsentito al grande gesto di generosità. L'organo è andato ad un paziente della capitale

Il fegato di una donna di 80 anni, espiantato nella notte fra giovedì (31 marzo) e venerdì (1° aprile), dopo il decesso della donna al policlinico di Chieti, ha salvato la vita di un paziente 60enne, da tempo in lista d’attesa per ricevere un organo sano, che gli è finalmente stato trapiantato ieri in un ospedale della capitale. Una bella notizia diffusa dalla presidente Aido Chieti Stefania Fasciani. 

“Un grande gesto di solidarietà da parte dei tre figli della signora - commenta - che hanno subito acconsentito ad una scelta tanto generosa”. Nonostante l’età avanzata, il fegato è stato trovato in condizioni ottimali per la donazione. Così, dopo il periodo di osservazione dovuto, l’equipe sanitaria del Santissima Annunziata si è messa all’opera per espiantare l’organo. E un’auto è arrivata da Roma per portare il preziosissimo regalo ad un paziente che, nel frattempo, veniva convocato per tutti i controlli di rito, fino all’intervento che c’è stato nella giornata di ieri. 

“Si tratta - prosegue la presidente Aido - di un piccolo progresso di sensibilizzazione da parte della popolazione di Chieti, che inizia a comprendere l’importanza della donazione degli organi. Come presidente dell’associazione - precisa Fasciani - desidero ringraziare tutti gli operatori sanitari, in particolare la coordinatrice del centro trapianti Lucia Liberatore. Nonostante i frequenti ostacoli burocratici dimostrano un impegno umano che va sopra ogni cosa. Anche stavolta si sono adoperati per salvare un’altra vita”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento