rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Lavori al tribunale, Febo: "Ma quali nuovi parcheggi?"

L'ex assessore ai Lavori Pubblici critica le soluzioni proposte per far fronte all'emergenza parcheggi. I lavori al Palazzo di Giustizia sottrarranno un centinaio di posti auto dal centro

"I 700 nuovi parcheggi individuati dal sindaco Di Primio e dai suoi collaboratori altro non sono che i parcheggi periferici, esistenti da sempre, della nostra città". Il capogruppo di Chieti per Chieti, consigliere comunale Luigi Febo, critica le 'soluzioni' individuate dall'amministrazione comunale per far fronte all'emergenza parcheggi.

I lavori al Palazzo di Giustizia sottrarranno nei prossimi mesi un centinaio di posti auto dal centro. "Con la solita pomposa conferenza stampa il sindaco, l’assessore Colantonio e il comandante della Polizia Municipale Donatella Di Giovanni ci informano che al Centauro saranno disponibili 150 posti  gratuiti, salvo poi chiamare un taxi per raggiungere il centro, distante in auto almeno 10 minuti" rivela Febo "Gli altri parcheggi individuati dal team di esperti sono in zona cimitero, al palatricalle e in zona Filippone. A ben vedere definire il Palatricalle a ridosso del Centro Storico ci sembra proprio una forzatura. A meno che - ironizza - per questa occasione il sindaco non abbia deciso di allargarne il perimetro spostando le porte della città da porta Pescara alla Chiesa di Madonna della Misericordia!".

Per il capogruppo "sarà una  rivoluzione per il traffico che di certo non aiuterà l’affluenza in città. Il sindaco poteva davvero risparmiare i cittadini da questa conferenza stampa e semplicemente installare la segnaletica con l’indicazione dei parcheggi- conclude Febo-  Questa si che sarebbe una novità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori al tribunale, Febo: "Ma quali nuovi parcheggi?"

ChietiToday è in caricamento