Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Via Vernia Nicoletto

Fasci littori allo Scientifico: sabato presidio antifascista per la rimozione

Dalle 10.30 alle 13.30 davanti alla sede del liceo si manifesta contro i fasci riposizionati sulla lapide commemorativa posta nell'atrio del liceo. "Si infanga la memoria di chi partecipò alla liberazione dell'Italia", dicono i promotori

Presidio organizzato dal Comitato antifascista di Chieti domani (sabato 3 novembre) dalle 10.30 alle 13.30 davanti al liceo scientifico Masci per chiedere la rimozione dei fasci littori dalla lapide commemorativa posta nell’atrio della scuola. 

“La ristrutturazione parziale della lapide presente nell’atrio del liceo scientifico Masci effettuata solamente nella parte relativa ai fasci littori – spiegano i promotori della manifestazione - costituisce una grave violazione alla salvaguardia della verità storica, alla memoria dei martiri della resistenza e un’offesa all’istituzione scolastica e alla coscienza democratica della città di Chieti”. 

“I simboli fascisti – proseguono - furono divelti a testimonianza che il regime fu rovesciato per volontà popolare. Aver ripristinato quei fasci littori equivale ad infangare la memoria di chi, tra gli studenti del liceo stesso, partecipò in maniera attiva alla liberazione dell’Italia sacrificando la propria vita”. Tre giovani ex allievi del liceo scientifico di Chieti che morirono perché lottavano contro il fascismo. Sono  Leonida Mucci e Vittorio Di Carlo, appartenenti alla Banda Palombaro, fucilati a 23 anni, nel dicembre 1943, a Bussi. E Nicola Cavorso, laureando in scienze matematiche, che morì fucilato a 24 anni a Colle Pineta di Pescara l’11 febbraio 1944

“Questo abuso miserabile della memoria – dicono ancora i componenti del Comitato antifascista - colpisce la scuola in quanto istituzione pubblica e luogo di formazione e trasmissione dei saperi alle future generazioni. La Costituzione della Repubblica Italiana esprime in modo chiaro ed inequivocabile il proprio fondamento antifascista di cui l’istituzione pubblica tutta è chiamata a farsi portatrice. Richiediamo l’immediata rimozione dei fasci littori dalla lapide e che vengano chiarite le responsabilità di questo indegno atto criminale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fasci littori allo Scientifico: sabato presidio antifascista per la rimozione

ChietiToday è in caricamento