rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Fara Filiorum Petri

Tutti pazzi per le Farchie: giovedì si rinnova il rito a Fara Filiorum Petri

La Festa delle Farchie giovedì 16 e venerdì 17 gennaio. Il sindaco di Fara vuole chiedere all'Unesco che la festa venga riconosciuta Patrimonio dell'Umanità

Manca poco ormai alla tradizionale Festa delle Farchie a Fara Filiorum Petri e già l’intero paese è al lavoro per la migliore realizzazione della manifestazione, che si tiene giovedì 16 gennaio.

Importante novità è stata annunciata nei giorni scorsi dal sindaco, Domenico Bucciarelli: “Stiamo approntando la documentazione necessaria per richiedere presso l’Unesco che la festa venga riconosciuta Patrimonio dell’Umanità. Il nostro non vuole essere un atteggiamento campanilistico – spiega - ma è soltanto la forte volontà dei miei concittadini di salvaguardare una tradizione secolare e una festa riconosciuta tra le dieci feste del folklore importanti d’Italia”.

Alla manifestazione di giovedì è stato invitato anche l’arcivescovo Bruno Forte: giovedì alle 16,30 benedirà le farchie. Dall’anno scorso il Marchio “Le Farchie” è registrato presso la Camera di Commercio di Chieti e il brevetto appartiene al solo Comune di Fara Filiorum Petri.

Giovedì cinquanta fotoreporter autorizzati potranno immortalare i grossi fasci di canne che dalle 16,30 bruceranno ancora una volta davanti alla Chiesa di Sant’Antonio Abate. La festa continua venerdì 17 dalle 19,30 con i canti tradizionali in piazza.

Le farchie rappresentano uno spettacolo unico che, come afferma Bucciarelli, deve essere salvaguardato. “A Fara Filiorum Petri – dice ancora - nel pomeriggio del 16 gennaio sono previsti migliaia di turisti che visiteranno le nostre Chiese , saranno cucinati migliaia di piatti tipici, versati quintali di vino. Ma soprattutto verrà rappresentata l’Abruzzo più vero e genuino. Occorre credere nel turismo e investire su di esso: l’anno scorso, a fronte di una spesa di ben ventimila euro e con una manifestazione seguita da  migliaia di spettatori, abbiamo ottenuto solo qualcosa dalla Regione e nulla dalla nostra Provincia. Così – chiude - non si aiuta lo sviluppo”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti pazzi per le Farchie: giovedì si rinnova il rito a Fara Filiorum Petri

ChietiToday è in caricamento