rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca Fara Filiorum Petri

Lutto a Fara Filiorum Petri: il paese delle farchie piange Romeo Mariotti

Si è spento a 72 anni nella sua abitazione, oggi l'ultimo saluto. Il regista Dino Viani lo aveva voluto protagonista nel suo film "Un paese tra le fiamme"

Fara Filiorum Petri piange la scomparsa, a 72 anni, di Romeo Mariotti, che il regista Dino Viani aveva voluto protagonista, insieme alla moglie Anna, del film 'Un paese tra le fiamme', dedicato al paese delle farchie.

E il regista, in un lungo post su facebook, ricorda l'amico scomparso sabato mattina nell'abitazione di contrada Fonzoni. “Caro Romeo, da questa mattina giro per casa come un leone in gabbia, mi muovo da una finestra all'altra e mi fermo davanti a quella che guarda verso la montagna, dove c'è Fara, dove ci sei tu, con tutta la famiglia intorno, gli amici, i farchiaroli, i paesani che non ti avranno lasciato un solo minuto, ognuno a rendere il giusto omaggio a una persona vera. Poi guardo tutte le foto che ti ho fatto e tutte quelle che ci ritraggono insieme; riguardo la sequenza del film in cui tu accendi il fuoco, la Farchia, simbolo di pace e amicizia”.

“'Ciao assai!ì era il tuo saluto, un claim, per dare forza a un commiato, valore a un incontro – continua Viani - Ho ancora davanti a me i tuoi occhi lucidi, stupiti come un bambino, quando ti ho chiamato sul palco del cinema di Manresa, in Spagna, alla fine della proiezione di 'Un paese tra le fiamme' in cui tu e Anna siete co-protagonisti. La platea in piedi per applaudirci, e alla fine la tua immancabile e dissacrante battuta: “Ji avè capite ca tu ni jire nu fesse qualsijase, ma mo so capite ca forse si nu fregne”. Burbero improbabile e poco credibile, sopraffatto dalla tenerezza che sbucava da ogni poro della pelle. Quante cose ho imparato da te, Romeo, senza che tu mi avessi mai detto nulla. Il nostro ultimo saluto poche sera fa, quel lungo e silenzioso abbraccio, il tuo odore assorbito fin dentro i polmoni, i nostri sguardi, occhi negli occhi, senza dire una parola. La tua carezza lieve sulla mia mano che hai trattenuto a lungo e quel ti voglio bene che mi hai sussurrato all'orecchio, sono il giusto corrispettivo dei sentimenti che ci hanno legato e legheranno per sempre e scusami se non posso venire ad abbracciarti per l'ultima volta. Grazie per tutto amico mio! Ciao Assai Romeo!”.

Romeo Mariotti lascia la moglie Anna, le figlie Monya, Doris e Lucia, nipoti e parenti. L'ultimo saluto è questa mattina, 7 novembre, alle 10.30 nella chiesa parrocchiale del Santissimo Salvatore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto a Fara Filiorum Petri: il paese delle farchie piange Romeo Mariotti

ChietiToday è in caricamento