Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Torino di Sangro

Si dichiarano single ma i rispettivi coniugi percepiscono la pensione: denunciati furbetti del Reddito di Cittadinanza

I carabinieri di Torino di Sangro hanno denunciato un uomo e una donna

Avevano entrambi dichiarato false residenze e di essere single mentre i rispettivi coniugi sono titolari di pensioni di vecchiaia. Un uomo di 66 anni e una donna 63enne, entrambi disoccupati, sono stati denunciati dai carabinieri di di Torino di Sangro per indebita percezione del Reddito di Cittadinanza.

Dal confronto dei dati contenuti nella domanda per ottenere il beneficio con le anagrafi comunali e la banca dati Inps dei titolari di pensioni di vecchiaia, si è scoperto che entrambi avevano dichiarato una falsa residenza e di essere single mentre sono coniugati, con la rispettiva moglie e marito titolari di pensioni di vecchiaia.

La donna ha, così, sottratto alle casse dell’erario in undici mesi 5.500 euro mentre l'uomo ne ha sottratti 7.400 in sedici mesi.

I carabinieri di Torino di Sangro, oltre ad inoltrare l’informativa di reato alla procura di Vasto, hanno informato la direzione provinciale dell’Inps di Chieti per l’immediata sospensione e quindi la revoca del beneficio.

In caso di condanna rischiano una pena da 2 a 6 anni di reclusione oltre a dover restituire le somme indebitamente percepite. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si dichiarano single ma i rispettivi coniugi percepiscono la pensione: denunciati furbetti del Reddito di Cittadinanza

ChietiToday è in caricamento