menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

False accuse e denunce, polizia arresta "calunniatore professionista"

Fece arrestare per estorsione un esercente innocente e denunciò anche due appartenenti alle forze dell'ordine

La Squadra Mobile della Questura di Chieti, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’appello di Perugia, ha arrestato un uomo di 43 anni per calunnia continuata.

L’arrestato, con precedenti specifici nonché per reati contro la persona, nel 2010 accusò di estorsione il proprietario di un bar di Francavilla al Mare che, da incensurato, fu arrestato in flagranza, trascorrendo 3 giorni in carcere e 27 ai domiciliari, nonostante la sua completa innocenza successivamente accertata.

Il quarantatreenne avrebbe anche accusato falsamene accuse a due appartenenti alle forze dell’ordine, uno dei quali incolpato di averlo minacciato con la pistola e l’altro denunciato per averlo intimorito durante un interrogatorio. Anche per questi episodi l’impostore è stato condannato con sentenza passata in giudicato.

Come evidenziato dalla Questura, l’arrestato aveva fatto della calunnia una vera e propria attività professionale accusando sistematicamente di reati assolutamente inesistenti persone del tutto innocenti, che avevano avuto la sfortuna di intrattenere rapporti con lui per motivi diversi ed occasionali.

L’uomo ora si trova nel carcere di Chieti dove dovrà scontare una pena di anni 3 e 8 mesi di reclusione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento