Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Lanciano

Finta rapina a Lanciano: denunciato un vastese

L'uomo aveva detto di essere stato rapinato e minacciato con una pistola mentre era a lavoro e per questo aveva sporto denuncia. In realtà si trattava di una simulazione per giustificare al datore lo smarrimento di denaro

Si inventa una rapina per giustificare la perdita di alcune centinaia di euro al datore di lavoro. L'episodio, che è costato una denuncia all'autore, un vastese che lavora per un ditta di consegne, è accaduto o meglio, sarebbe dovuto accadere, se tutto fosse andato come pianificato da questi, in pieno centro a Lanciano.

Qui l'uomo aveva sporto denuncia alla polizia raccontando di essere stato rapinato e minacciato con una pistola da due uomini in passamontagna.

Alle domande degli agenti però, sono apparse le prime incongruenze. Ad esempio, nel confrontare la somma consegnata ai rapinatori e quella ancora in possesso dell'uomo con le consegne effettuate e i pagamenti ricevuti, le differenze erano cruciali rispetto a quanto denunciato.

Alla fine la 'falsa vittima', incalzata dai poliziotti, ha ammesso di aver inventato tutto per giustificare al proprio datore di lavoro la mancanza di denaro, che avrebbe smarrito durante le consegne effettuate negli esercizi commerciali a Lanciano. Per questo si è beccato una denuncia per simulazione di reato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finta rapina a Lanciano: denunciato un vastese

ChietiToday è in caricamento