Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Santa Barbara / Via Padre Alessandro Valignani

Ex ospedale SS Annunziata, dalla Asl ancora silenzio

Il vicesindaco di Chieti Bruno Di Paolo critica il silenzio imbarazzante da parte dell'Azienda e del suo manager sul presunto smembramento dell'ex ospedale

Ancora silenzio sulla vicenda dell’ex SS. Annunziata da parte della Asl di Chieti. L’ex Ospedale a pochi passi dal centro sta per essere smembrato delle sue funzioni: prelievi, medicina dello sport, uffici, ma nessuno dalla Dirigenza ne parla con l'amministrazione comunale. Ci pensa il vicesindaco Bruno Di Paolo a rompere il silenzio sulla questione per la seconda volta in pochi giorni, pretendendo un confronto e delle risoste ai cittadini dal manager Francesco Zavattaro.

“Non voglio sottolineare la scelleratezza della decisione di realizzare un nuovo polo sanitario presso il San Camillo – afferma Di Paolo - ma ricordo al Direttore Generale, come già sottolineato dal Sindaco di Chieti, che la vendita dell’ex SS. Annunziata è subordinata alla legge Mariotti, che definisce l’ospedale come un bene strumentale della Asl che non può vendere senza togliere dall’inventario”. L’ex Ospedale può essere anche venduto dalla Asl ma, come sostiene Di Paolo, dovrebbe essere cambiata la destinazione e per farlo bisogna passare attraverso il Comune di Chieti.

“Se l’Amministrazione Comunale non viene neanche informata – conclude il vice sindaco - credo sia molto improbabile per la Asl la strada della vendita attraverso il cambio della destinazione d’uso. Torno, pertanto, a invitare il Direttore Zavattaro a voler rivedere i suoi passi preferendo la strada del confronto con l’amministrazione e abbandonando la vana speranza che su questa vicenda possa calare l’oblio”.



 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex ospedale SS Annunziata, dalla Asl ancora silenzio

ChietiToday è in caricamento