menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex fonderia Sambuceto, il sindaco: "Basta terrorizzare"

Marinucci replica al M5S: "Apprezzo la sensibilità e attenzione di Mario Cutrupi, ma è tempo di finirla con il terrorismo mediatico al solo fine di accendere i riflettori sulla propria campagna elettorale"

Invita a non terrorizzare i cittadini e ad attendere le informazioni della Asl il sindaco di San Giovanni Teatino, Marinucci, in merito all’ex fonderia De Nicola. La questione giorni fa era finita nel mirino del Movimento 5 stelle e il candidato sindaco Mario Cutrupi aveva definito il sito una bomba ecologica.

“Sto seguendo la vicenda dell'ex Fonderia De Nicola – replica Luciano Marinucci -  Devo però attenermi a quanto mi consentono le leggi e a quanto mi comunicheranno dalla Asl, dove lavorano esperti con professionalità che qualche agitatore non mi risulta possedere. Solo allora - assicura - prenderò provvedimenti risolutivi, per fronteggiare una minaccia ambientale reale e non perché qualcuno ha bisogno di farsi propaganda mettendo paura alla gente”.

Nella perizia pubblicata da Cutrupi, Marinucci sottolinea il fatto che “non si parla di bomba ecologica ma di ‘compatibilità dell'attività e destinazione d'uso in atto allo stato attuale da parte del locatario’ ovvero, allo stato attuale (dicembre 2010), chi ha effettuato la perizia riteneva la situazione dell'edificio compatibile con l'attività dell'imprenditore che aveva in affitto parte dello stabile. Sarebbe stato folle lasciare degli uomini lavorare in una bomba ecologica".

Il primo cittadino di San Giovanni Teatino invita il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle a essere più responsabile: "Una comunità non si amministra terrorizzandola, ma affrontando le criticità e trovando soluzioni. Che possa essere una bomba ecologica sarà la Asl Lanciano-Vasto-Chieti a certificarlo” dice ancora, esortando Cutrupi a rivolgersi a chi non ha trasmesso la perizia al Comune.


“Sull'esito della perizia 'Studio di Indagine Preliminare Ambientale' – dice ancora - è scritto: 'Nello specifico, qualora il sito sia destinato ad uso diverso di quello attuale, le evidenze di contaminazione rilevate (...) impongono: la comunicazione (Comune, Provincia, Regione e Prefetto) dei superamenti; l'attuazione di misure di prevenzione messa in sicurezza d'emergenza entro le 24 ore successive alla comunicazione...'. Non mi risulta che ci siano stati interventi che abbiano realizzato la condizione posta dal perito".

E conclude: "La porta del mio ufficio è sempre aperta e sarò sempre attento ai contributi e alle segnalazione di tutti i cittadini, incluso 'il cittadino' Cutrupi che, come noto, neppure risiede a San Giovanni Teatino! Se vuole impegnarsi politicamente nel nostro Palazzo di Città cominci a dimostrare responsabilità e ponderatezza. Amministrare significa fare crescere la comunità, superare le criticità senza terrorizzarla".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento