menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex Caserma Bucciante, riunione positiva in Prefettura

Altri passi per la rifunzionalizzazione della ex Caserma, destinata a ospitare la Biblioteca De Meis, l'Archivio di Stato e strutture dell'Università. I tempi si accelerano

Riunione ieri in Prefettura per parlare della fase di avanzamento dello “Studio di fattibilità” relativo al progetto per la rifunzionalizzazione dell’ex Caserma Bucciante.

Tutti gli enti interessati e presenti ieri - accanto al Prefetto Fulvio Rocco de Marinis: i rappresentanti dell’Agenzia del Demanio, dell’Università G. d’Annunzio, della Direzione  BB.CC e Soprintendenze Archivistica e Beni Architettonici, della Regione, della Provincia, del Comune e del Comitato Cittadino che ha promosso la petizione per il trasferimento della De Meis all’ex Ospedale militare, i professori Paolo Fusero, Roberto Mascarucci e Ivo Vanzi, del Dipartimento di Architettura dell’Università “G. d’Annunzio” – hanno stabilito di contemperare  l’uso di spazi fruibili in comune così come di un silos tecnologico per il deposito librario.

“Da parte di tutti i partecipanti – si legge in una nota del viceprefetto vicario Calabrese, - è stata confermata una sostanziale comunione di intenti sulla volontà di realizzare in tempi celeri, nel cuore della città storica di Chieti, un Polo Culturale pubblico che potrà assumere un ruolo strategico per il contesto urbano teatino”.

La prossima fase prevede la definizione di un Accordo di programma entro il 2 marzo prossimo: lo scopo è semplificare le procedure autorizzative e ridurre i tempi di intervento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento