Cronaca

Ex Burgo: pre-accordo di ricollocazione lavoratori entro fine mese

Già pronti 25 progetti per il progetto In.Te.: di quasi 400 posti di lavoro, 70 sono riservati agli ex dipendenti della cartiera. A metà maggio i sindacati incontrano il cda del contratto di rete In.Te.

Buone notizie per gli ex lavoratori Burgo. Entro il 31 maggio sarà stipulato un pre-accordo di ricollocazione. In più 70 dipendenti licenziati dalla cartiera hanno già un posto di lavoro riservato fra i quasi 400 creati dalle aziende del progetto In.Te., che realizzeranno un nuovo insediamento in via Piaggio. Sono questi gli esiti più importanti della riunione di stamani (giovedì 3 maggio), convocata dal presidente della Provincia, Enrico Di Giuseppantonio.

All’incontro hanno partecipato i segretari provinciali di Cgil e Uil, Germano Di Laudo e Antonio Cardo; la Cisl rappresentata da Marco Salvischiani e Vincenzo Dell’Oso;  Giancamillo Marone di Uil Com e Maurizio Zulli di Ugl – Carta; il Comitato dei lavoratori ex Burgo, rappresentato da Domenico Menna; Confindustria con il direttore Fabrizio Citriniti; il sindaco di Chieti Umberto Di Primio; l’ingegnere Domenico Merlino, coordinatore del progetto In.Te.; l’assessore provinciale al lavoro Daniele D’Amario, quello comunale Antonio Viola; il funzionario dell’assessorato al lavoro della Regione Renzo Iride.

La riunione ha stabilito i punti da cui partire per garantire la ricollocazione dei lavoratori licenziati dalla cartiera. La prossima tappa è l’incontro tra sindacati e consiglio di amministrazione del contratto di rete In.Te., in una data tra il 15 e il 20 maggio. Il tavolo di questa mattina si è chiuso con un appello a Comune, Provincia e Regione, affinché le autorizzazioni per far partire il progetto In.Te. arrivino nel più breve tempo possibile.

Per ora c’è già una certezza: entro il 31 maggio sarà chiusa la conferenza dei servizi indetta dal Comune di Chieti per quanto riguarda gli aspetti ambientali, ovvero la caratterizzazione del terreno dell’area in cui sorgevano i capannoni della cartiera. A quel punto, il 1° giugno, comincerà una nuova fase, di competenza del Suap (Sportello unico delle attività produttive) e dovrebbero arrivare le autorizzazioni per cominciare a costruire in via Piaggio, dove per anni ha operato la storica cartiera. Entro un anno, 15 mesi al massimo, l’insediamento sarà pronto e 70 lavoratori della Burgo potranno ricominciare a lavorare nelle attività messe in moto dal progetto In.Te.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Burgo: pre-accordo di ricollocazione lavoratori entro fine mese

ChietiToday è in caricamento