Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Vasto

Evasione fiscale, Vasto: torna libero il notaio Litterio

Il 73enne era stato arrestato lo scorso 8 dicembre con l'accusa di falsità in certificazioni e tentata truffa ai danni dello Stato. Secondo la difesa sarebbe stato a sua volta truffato

Il Gip del Tribunale di Vasto, Annarosa Capuozzo, ha disposto la revoca del provvedimento di arresti domiciliari nei confronti del notaio vastese Camillo Litterio, 73 anni, che torna libero.

Litterio era ai domiciliari dall'8 dicembre scorso con l'accusa di falsità in certificazioni e tentata truffa ai danni dello Stato. Un primo provvedimento, con l'accusa di tentata truffa e peculato per 700mila euro,e interessarti: http://www.chietitoday.it/cronaca/notaio-arrestato-per-tentata-truffa-e-falso-vasto.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/ChietiToday/252983314738998
era datato ottobre 2010. Successivamente il notaio, come evidenziato dalla Guardia di Finanza, aveva esibito all'Agenzia delle Entrate documenti attestanti l'avvenuto pagamento delle imposte e l'assenza di debiti. Documenti falsi, come emerso dai successivi controlli, ottenuti per fotocomposizione. In ballo una somma molto superiore al mezzo milione di euro.

Litterio aveva respinto le accuse formulategli sottolineando di essere stato a sua volta truffato. Secondo la difesa i documenti per fotocomposizione di cui si parla non sarebbero stati redatti dal notaio

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione fiscale, Vasto: torna libero il notaio Litterio

ChietiToday è in caricamento