Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Ortona

Evade dai domiciliari e tenta di sfuggire all’arresto spacciandosi per un’altra persona

Per la donna è scattato l’arresto in flagranza per evasione e false dichiarazioni sull’identità personale

Quando è stata fermata lunedì pomeriggio dai militari del Nucleo Radiomobile di Ortona lungo la S.S. 16 in località Bivio Pasquini ha mostrato subito segni di nervosismo. A.B. 38enne pregiudicata foggiana, si era allontanata da alcune settimane dal suo domicilio di Foggia dove si trovava agli arresti domiciliari. E per sottrarsi all’identificazione, visto che tra l’altro non aveva con sé alcun documento di identità, non ha esitato a fornire false generalità ai militari.

Ma è bastato un accertamento sulle sue impronte digitali per capire che in realtà ci si trovava dinanzi ad un’evasa. Per A.B., quindi, è scattato l’arresto in flagranza per evasione e false dichiarazioni sull’identità personale.

Per il giovane che invece la trasportava a bordo della propria autovettura, il 23enne G.D.L., anch’egli pregiudicato di Foggia, è scattata la denuncia a piede libero per guida senza patente, per non averla mai conseguita, e favoreggiamento, avendo tentato di accreditare presso i militari la versione data dalla donna su quelle che sono poi risultate essere le sue false generalità.

A.B. è stata quindi tradotta ieri mattina dinanzi al gip presso il tribunale di Chieti che ha convalidato l’arresto e disposto nei suoi confronti il ripristino degli arresti domiciliari in Foggia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari e tenta di sfuggire all’arresto spacciandosi per un’altra persona

ChietiToday è in caricamento