Cronaca

Estate musicale frentana in crisi, Ascom: “Troppe parole e pochi fatti da parte degli enti pubblici”

Corsi musicali estivi in difficoltà a Lanciano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

“Conclusa la stagione concertistica, resta l'amarezza per un'annata difficile, fatta di appelli disperati e di promesse non mantenute da parte degli enti pubblici”. E' quanto afferma Ascom Abruzzo riguardo all'Estate Musicale Frentana, che negli ultimi tempi ha avuto davvero vita dura per la mancanza di finanziamenti.

Costretta a tirare la cinghia, con ripercussioni negative: appuntamenti ridotti al minimo, studenti rispediti a casa. “Per la città e per l'Abruzzo intero – dice Gianfranco Suriani, presidente provinciale Chieti Ascom – si tratta di una realtà culturale storica. Che da decenni sta facendo crescere, soprattutto per la musica d'assieme, migliaia di giovani musicisti che da tutto il mondo chiedono di venire a Lanciano a studiare, a formarsi. Senza contare gli artisti, di livello internazionale, che hanno calcato i palcoscenici frentani. Purtroppo – viene aggiunto -,  agli sforzi di quanti lavorano per continuare questa  tradizione, negli ultimi tempi si sono opposte la scarsa incisività e la carente concretezza delle istituzioni. Che di chiacchiere ne hanno fatte a volontà, annunciando e riannunciando l'arrivo di fondi pubblici che, ad oggi, non ci sono. Dalla Regione sono stati promessi: ventimila euro "riparatori" per la mancata assegnazione di fondi all’Estate Musicale Frentana del 2015; altri 10mila del Fondo Cultura deliberati nel dicembre scorso; 20mila euro delle "sponsorizzazioni"; 20mila euro assegnati con fondi PEG; 50mila euro comunicati con lettera del presidente della Regione Abruzzo, il giorno della presentazione della stagione concertistica 2015. Dal Comune, invece, nelle scorse è partito il comunicato: “A riprova ulteriore della sensibilità mostrata da questa amministrazione verso le iniziative culturali, il 27 luglio la maggioranza, nella prima riunione della commissione bilancio, ha votato un emendamento di cinquantamila euro in favore del settore cultura.

Il Comune, lo scorso anno ha destinato risorse all’associazione Amici della musica sottraendoli alla stagione teatrale e si è impegnata, nel caso fosse stato necessario, a sottrarre nuovamente fondi alla prossima stagione teatrale”.  Questo quanto detto da Regione e Comune, ma finora, nelle casse dell'Associazione “Amici della Musica”, che organizza e gestisce iniziative ed appuntamenti dell'Estate Musicale, sono arrivati solo 20 mila euro dalla Regione. E niente altro. “Tanti proclami, chiacchiere a iosa ma davvero poca concretezza. Sarebbe il caso di parlare di meno e fare di più”, conclude Ascom. “Perché la cultura non va maltrattata in questo modo”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate musicale frentana in crisi, Ascom: “Troppe parole e pochi fatti da parte degli enti pubblici”

ChietiToday è in caricamento