Camminano 14 ore sulla Majella, ma si bloccano esausti: soccorsi due escursionisti

Disavventura a lieto fine per un uomo e una donna di Tollo, che sono stati raggiunti a tarda sera alla Rava del Ferro

Erano partiti ieri mattina dal Blockahus al rifugio Pomilio, per poi incamminarsi nuovamente verso la Rava del Ferro, sulla Majella. Ma la stanchezza è stata fatale a due escursionisti di Tollo, un uomo di 58 anni e una donna di 52, che dopo 14 ore di cammino, spossati, hanno lanciato l'allarme a un amico per essere recuperati. 

Questi ha immediatamente cercato di raggiungerli, ma poi, quando si è reso conto della difficoltà di affrontare una lunga escursione al buio, ha allertato i carabinieri di Popoli, che hanno chiamato i soccorsi. 

I due, intorno alle 23.30 di ieri sera, sono stati raggiunti dalla squadra del Soccorso Alpino e Speleologico con il sanitario in equipe. L'uomo, esausto, è stato supportato anche fisicamente lungo il tragitto di ritorno, la donna era solo molto spaventata

La lunga discesa con i soccorritori si è conclusa a Sant’Eufemia, dove ad attendere i due c’era un’ambulanza del 118. Per l’uomo, al quale è stata fatta una serie di controlli, non si è reso necessario il ricovero in ospedale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

2019-09-15_Rava del Ferro 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

  • Coronavirus: 116 nuovi casi in Abruzzo, 40 in provincia di Chieti

  • Coronavirus: dimesso dall'ospedale un paziente trattato con il farmaco sperimentale Tocilizumab

  • Rallentano i decessi: cinque anziani morti nelle ultime ore, uno è di Ortona

  • Coronavirus in Abruzzo, Marsilio: "Un pizzico di speranza dai dati dei nuovi contagi"

Torna su
ChietiToday è in caricamento