rotate-mobile
Cronaca Lanciano

La sede Equitalia di Lanciano chiude il primo luglio

Il Presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, ha inviato una missiva ai Direttori Generali: "E' una decisione non condivisibile, a farne le spese saranno i cittadini"

Gli uffici Equitalia di Lanciano a partire dal prossimo 1° luglio chiuderanno.

Il Presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, inviato una missiva ai Direttori Generali di Equitalia Centro e Equitalia Abruzzo segnalando le proprie perplessità: "Lanciano è stato oggetto di continue penalizzazioni in tutte quelle operazioni svolte nel nome del cosiddetto riordino degli uffici pubblici, benché alle volte tale riordino sia stato solo una scusa per procedere a tagli che richiedevano un maggiore approfondimento.

Così facendo - nota Di Giuseppantonio - non si tiene conto del ruolo di Lanciano, punto di riferimento dell'area frentana e fulcro di una tra le aree produttive più popolose e rilevanti non solo dell'intera regione, ma di tutto il centro-sud. Personalmente non mi sento di condividere il previsto accorpamento, anche perché come amministratore locale ho al contrario investito nella prossimità sul territorio per la distribuzione dei servizi ai cittadini”. A Lanciano operano, ad esempio, l’ ufficio distaccato del Genio Civile e una sede della Provincia in Via Santo Spirito.

"Auspico fortemente - prosegue il presidente Di Giuseppantonio - che si proceda al più presto a una rivalutazione della decisione e che si tengano in opportuna considerazione le esigenze manifestate dalla categoria di professionisti interessati. La Provincia, assieme al Comune di Lanciano – conclude - è pronta per un intervento risolutivo a tutela di un servizio che, in rete con l'Inps e l'Agenzia delle Entrate, può esprimere la massima funzionalità proprio attraverso la presenza reale sul territorio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sede Equitalia di Lanciano chiude il primo luglio

ChietiToday è in caricamento