Cronaca Centro

Lanciano senz'acqua per 24 ore: la Sasi non avverte, è polemica

L'emergenza è scoppiata per la rottura di una falla nella condotta principale Casoli-Castel Frentano dell'acquedotto del Verde. Scutti (Sasi): "E' stato un imprevisto"

Quello appena trascorso è stato un weekend di fuoco per i cittadini di Lanciano e di altri 21 Comuni: a causa della rottura di una falla nella condotta principale Casoli-Castel Frentano dell’acquedotto del Verde, l'intera area frentana è rimasta senz'acqua, con difficoltà facilmente immaginabili, per 24 ore.

L’EMERGENZA Tutto è iniziato sabato pomeriggio, quando un terreno in contrada Paludi, a Castel Frentano, ha ceduto. Il risultato è stato che i tubi dell'acqua si sono staccati all’altezza di alcune saldature. Gli operai della Sasi si sono messi subito al lavoro, ma non sono riusciti a ripristinare la situazione prima di questa mattina. Inferociti, ovviamente, i residenti che sono rimasti a secco senza avere la possibilità di lavare le stoviglie, utilizzare le lavatrici o anche semplicemente fare una doccia.

Solo chi aveva l'autoclave non ha subito particolari disagi. Il flusso d'acqua è stato ripristinato alle 8 a Villa Andreoli, mentre alla stessa ora l'acqua continuava a mancare nelle contrade di Rizzacorno e Sant'Onofrio.

Il sindaco Mario Pupillo e il consigliere comunale Pd Leo Marongiu hanno fatto il loro dovere raccogliendo pazientemente su Facebook le segnalazioni dei cittadini inferociti, mentre la Sasi è stata un po' latitante, visto che l'unica comunicazione del presidente Domenico Scutti è arrivata alle 20.30 di ieri sera, e recitava: "La riparazione della rottura assolutamente imprevista è stata ultimata intorno alle 10 di questa mattina. In molte zone di Lanciano l'acqua è tornata nelle tarda mattinata e nel primo pomeriggio di oggi. Alle 16 circa il ripartitore di Castelfrentano ha ricominciato a ricevere l'acqua dalle due condotte per tornare a ripartirla presso i Comuni. Entro la serata di domenica, dunque, l'acqua verrà distribuita in tutti i Comuni che ne hanno patito l'assenza".

In realtà è stata necessaria qualche ora in più. Poi, sempre da Scutti, è arrivata una precisazione: "La questione condotte usurate è una questione antica che stiamo finalmente cominciando ad affrontare dopo l'approvazione del piano d'ambito che ci consente di realizzare interventi strutturali". Dal sindaco di Castel Frentano, Patrizia De Santis, è pero giunta una replica: il primo cittadino ha infatti affermato che il guasto non è stato improvviso, perché la rottura risaliva a diverso tempo fa. Che qualcosa, comunque, non sia andato bene lo ammette anche il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, che parla di "una non perfetta comunicazione del grande lavoro che è stato invece fatto e di cui mi sono documentato in prima persona".

LE REAZIONI DEI CITTADINI E i lancianesi come hanno reagito? Molti di loro si sono messi in fila per fare scorta di acqua alle fontane pubbliche, dotate di sorgenti proprie.

Un residente di Villa Elce ha detto: "A luglio l'acqua veniva erogata dalle 8 del mattino alle 5 del pomeriggio, e assieme ad altri residenti abbiamo firmato una petizione affinchè venisse erogata regolarmente. Nella contrada non è stato fatto cenno che, dal pomeriggio di sabato, sarebbe mancata l'acqua per così tanto tempo. Risultato? Il bagno non si può usare, non possiamo cucinare o fare un caffè".

La signora Marialucia Francavilla ci spiega che "in Corso Trento e Trieste l'altro ieri siamo rimasti a secco dal pomeriggio in poi. Ieri l'acqua è tornata, ma è stata nuovamente tolta alle 19. Questa mattina sul presto l'erogazione è ripresa, e ora l'acqua scorre tranquillamente nei nostri rubinetti".

Fortunato chi vive nella zona dell’ospedale, dove l’erogazione è ripresa da ieri mattina grazie all’utilizzo della nuova condotta da Fara San Martino. Oggi la situazione è tornata alla normalità anche a Olmo di Riccio e Santa Rita. Stesso discorso per quanto riguarda la zona dei Cappuccini. La grande paura, insomma, sembra ormai terminata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano senz'acqua per 24 ore: la Sasi non avverte, è polemica

ChietiToday è in caricamento