Lieto fine per la ricerca del disperso in mare: era un falso allarme

L'allarme era scattato intorno a ora di pranzo, quando un bagnino aveva notato il gommoncino vuoto in acqua. E, visto il mare agitato di ieri, ha subito temuto il peggio

Francavilla ha tirato un sospiro di sollievo nel tardo pomeriggio di ieri, quando sono state sospese le ricerche in mare di quello che si temeva essere un disperso. Dopo diverse ore di perlustrazione dell'elicottero della Guardia costiera, coadiuvato dai mezzi in acqua, si è capito che fortunatamente non c'era nessuno da cercare. 

L'allarme era scattato intorno a ora di pranzo, quando un bagnino aveva notato il gommoncino vuoto in acqua. E, visto il mare agitato di ieri, ha subito temuto il peggio. Così, sono partite le ricerche. 

Ma, dopo qualche ora, senza alcuna denuncia di persone scomparse, e dopo gli opportuni controlli, fortunatamente l'elicottero è rientrato alla base.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Zona rossa in Abruzzo: Marsilio ha firmato l'ordinanza

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento