menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'elicottero della Finanza scopre maxi piantagione di cannabis in Val di Sangro

L'appezzamento nel Comune di Mozzagrogna, in corso le indagini per individuare i responsabili ma gli elementi acquisiti dai finanzieri fanno ritenere plausibile la presenza di una organizzazione criminale ben strutturata

Un appezzamento di circa un ettaro, di cui circa mille metri quadrati adibiti alla coltura di canapa indiana: è quanto scoperto dal Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Pescara nell’ambito del controllo in contrada Castel di Sette, nel Comune di Mozzagrogna.

Gli occhi allenati degli elicotteristi, unitamente all’immediato intervento della pattuglia 117 e successivamente di un cospicuo numero di militari in forza al Comando Provinciale di Chieti, hanno permesso di rinvenire, tra la fittissima vegetazione, 180 piante di cannabis indica, aventi di circa 2 metri, opportunamente legate a pali di sostegno e occultate da teli ombreggianti con un organizzato impianto di irrigazione e di coltura stagionale.

Al momento sono ancora in corso gli accertamenti finalizzati all’individuazione dei responsabili accusati di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope, ma gli elementi acquisiti dai finanzieri fanno ritenere plausibile la presenza di una organizzazione criminale ben strutturata.

La vendita al dettaglio della cannabis coltivata si sarebbe aggirata intorno al milione di euro.   
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in Abruzzo 502 nuovi positivi e 10 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento