menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Renata Rapposelli

Renata Rapposelli

Effettuata l'autopsia di Renata Rapposelli, ancora incerte le cause della morte

Si conta di avere ulteriori elementi dagli esami di laboratorio entro i 60 giorni accordati al medico legale, nuovo sequestro dell'auto dell'ex marito Giuseppe Santoleri. Oggi i Ris nella casa della donna, che era una pittrice

L'autopsia effettuata presso l'ospedale di Macerata non è riuscita al momento a stabilire l'esatta causa della morte di Renata Rapposelli, la pittrice 64enne di Chieti scomparsa il 9 ottobre scorso, dopo una visita a Giulianova all'ex marito e al figlio, che sono attualmente indagati per omicidio dalla Procura di Ancona.

All'esame, che è stato affidato ai medici legali Loredana Buscemi e Antonio Tombolini, hanno assistito il pm di Ancona Andrea Laurino e i carabinieri che indagano sul caso, mentre non c'erano tecnici di parte degli indagati. ll corpo, rinvenuto lungo una scarpata nelle campagne di Tolentino, è sfigurato, ridotto in stato scheletrico e incompleto.

Sono state fatte varie radiografie e si conta di avere ulteriori elementi dagli esami di laboratorio entro i 60 giorni accordati al medico legale e da nuovi accertamenti sull'auto dell'ex marito Giuseppe Santoleri, che è stata sequestrata per la seconda volta. Oggi, infine, i carabinieri del Ris entreranno in casa della donna, ad Ancona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento