menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli agenti della stradale salgono in cattedra e aumentano i controlli per la Settimana europea della mobilità

Giovedì ricorre Edward, la giornata in cui, con servizi di prevenzione e formazione, si mira ad azzerare il numero di vittime sulla strada

La polizia stradale di Chieti sale in cattedra per insegnare ai ragazzi come ci si comporta sulla strada. Si tratta dell'iniziativa Edward (European Day Without a Road Death), campagna europa di sicurezza stradale promossa da Tispol, il network europeo delle polizie stradali. L’iniziativa, svolta con il supporto della Commissione Europea, che ricorre giovedì 26 settembre e si inserisce nel quadro della Settimana Europea della Mobilità (16-22 settembre), con lo scopo di ottenere, a livello europeo, nella giornata del 26 settembre 2019, zero vittime sulla strada.

Gli agenti della stradale teatina sono stati diverse volte nelle scuole primarie di Chieti e nella scuola secondaria di primo grado Antonelli di Chieti Scalo, dove oltre 50 ragazzi, gli automobilisti del domani, sono stati formati ed educati sulle corrette regole da seguire quando si circola su strada, sia come pedoni e ciclisti e sia come guidatori e passeggeri. L'obiettivo di queste iniziative di educazione alla legalità è informare correttamente i giovanissimi sui comportamenti adeguati da tenere in stradale.

"Questa iniziativa - spiega il comandante della Polizia Stradale di Chieti, Fabio Polichetti - costituisce un momento unico per aumentare la consapevolezza sociale sul fenomeno della mortalità e dell’incidentalità grave sulle strade europee ed italiane, oggi più che mai in aumento, e vuole richiamare l’attenzione degli utenti della strada sulla necessità di riallinearsi all’obiettivo europeo della riduzione del 50 % del numero delle vittime sulla strada entro il 2020".

In occasione di Edward, la Polizia Stradale di Chieti svolgerà mirati servizi volti alla riduzione delle principali cause di incidenti stradali. Verranno in particolar modo predisposti servizi per contrastare il fenomeno dell’elevata velocità, del mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, specialmente nei sedili posteriori e dell’uso del telefono cellulare alla guida, che oggi la principale causa di incidentalità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento