menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ecomafie e cittadinanza attiva" all'Algeri Marino di Casoli

Il convegno delle Agende Rosse svoltosi lo scorso 6 maggio a Casoli

Si è svolto venerdì 6 maggio presso lo storico (ultracinquantenario!) Istituto d’Istruzione Superiore “Algeri Marino” di Casoli “Liberi. Ecomafie e cittadinanza attiva”, l'evento organizzato nell’ambito del progetto Legalità con riferimento al Protocollo della Legalità sottoscritto con la Procura della Repubblica di Lanciano e con la collaborazione del movimento delle Agende Rosse gruppo “Giovanni Falcone e Paolo Borsellino” Abruzzo della provincia di Chieti.

Le classi quinte della scuola diretta da Costanza Cavaliere, nell'ambito del progetto coordinatodal professor Carlo Biasone e da don Emiliano Straccini, con la collaborazione del referente delle Agende Rosse Massimiliano Travaglini sono state invitate a rifiutare modelli standardizzati e normalizzati di vita, ma ad essere promotrici e artefici in prima persona del cambiamento.

Il giornalista d’inchiesta e scrittore Paolo De Chiara ha ricordato i tanti “morti ammazzati dalle mafie” ricordandone i nomi “Peppino Impastato, Borsellino, Falcone e le Scorte, Nino Agostino, Don Puglisi, Don Peppe Diana, Lea Garofalo, Siani, Pippo Fava, Beppe Alfano”.

A conclusione dell’evento la preside ha voluto omaggiare gli intervenuti con due simbolici omaggi: la raccolta di tre libri “Storia di Casoli - la società, gli eventi” e un altro libro del cinquantesimo anniversario dell’istituto riepilogativo della sua storia e intitolato all’Ingegnere casolano Algeri Marino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento