rotate-mobile
Cronaca

Pendolari della droga, ma senza autocertificazione: scattano la denuncia e la multa

Due giovani hanno preso il treno dall'aquilano a Pescara per comprare eroina, ma nel viaggio di ritorno hanno iniziato a infastidire i pendolari: a Chieti, sono saliti a bordo i carabinieri

Hanno preso il treno dalla provincia dell'Aquila a Pescara per poter acquistare droga. E, in barba ai divieti, hanno deciso di iniziare a fare baldoria all'interno della carrozza, tanto che il capotreno ha chiamato i carabinieri. 

Così, la "gita" alla ricerca degli stupefacenti è finita con una denuncia e una segnalazione come assuntore di droga alla Prefettura e, per entrambi, con una multa di 280 euro, per non aver rispettato le norme contro il Coronavirus che impongono di restare a casa se non per motivi validi.

Protagonisti sono due giovani di Pratola Peligna di 25 e 22 anni, che ieri pomeriggio hanno scelto il treno per andare a comprare la droga. Ma, nel viaggio di ritorno, hanno iniziato a fumare e disturbare gli altri viaggiatori. 

Quando il treno si è fermato nella stazione di Chieti Scalo, sono saliti a bordo i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile, che hanno fatto scendere i due giovani. Al momento della perquisizione, sono stati trovati addosso ai due rispettivamente 6 e 1 grammo di eroina. Il primo è stato denunciato alla procura della Repubblica di Chieti, mentre il secondo segnalato alla Prefettura quale assuntore. Entrambi dovranno pagare la sanzione di 280 euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pendolari della droga, ma senza autocertificazione: scattano la denuncia e la multa

ChietiToday è in caricamento