rotate-mobile
Cronaca Vasto

Droga dall'Albania anche nel chietino: trentadue arresti in tutta Italia

Il sodalizio era capeggiato da pregiudicati albanesi trapiantati da tempo in Italia. I carabinieri hanno sequestrato complessivamente 26 chili di cocaina, eroina, hashish e marijuana

Ci sono voluti quasi tre anni d’indagini per disarticolare l’organizzazione criminale che gestiva una redditizia attività di traffico e spaccio di cocaina, eroina, hashish e marijuana in tutto il territorio nazionale, con particolare attenzione in Abruzzo, Marche e Puglia. Le indagini erano partite a novembre 2011 dalla Procura della Repubblica di Vasto per poi approdare alla Direzione Distrettuale Antimafia dell'Aquila,

Questa mattina i carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Chieti con l’ausilio dei colleghi dei Comandi territorialmente competenti e di un velivolo del Nucleo Elicotteri di Pratica di Mare, hanno eseguito in sette province 32 ordini di custodia cautelare, 12 in carcere, 17 ai domiciliari e 3 obblighi di presentazione, nei confronti di soggetti, italiani e stranieri, accusati, a vario titolo, dei reati di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, sfruttamento della prostituzione e porto e detenzione di armi.

Il sodalizio era capeggiato da pregiudicati albanesi trapiantati da tempo in Italia. "Grosse partite di droga venivano acquistate all’ingrosso e poi smistate in tutto il territorio nazionale in regime quasi monopolistico, - si legge in una nota del Comando provinciale dei carabinieri - con la possibilità di rinvestire il denaro capitalizzato nell’acquisto di altro stupefacente in maniera da aumentare, di volta in volta, l’egemonia di controllo dell’illecito mercato".

Nel corso delle indagini sono stati sequestrati complessivamente 26 chili di cocaina, eroina, hashish e marijuana nonché 4 autovetture utilizzate per il trasporto della stessa. Il giro fruttava all'organizzazione tra i 60.000 e 70.000 euro al mese. Il trasporto avveniva con auto modificate, con doppifondi e altri sistemi, per nascondere la droga.

E’ stata inoltre monitorata la consegna di circa 2,5  chili di eroina effettuata a favore dei pregiudicati di origine partenopea Lorenzo Cozzolino e Italia Belsole, tratti in arresto nel 2011, con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, dai Carabinieri della Compagnia di Vasto.

Ricercati altri 10 soggetti: alcuni di loro sono già stati individuati all’estero, mentre per gli altri le ricerche sono in corso su tutto il territorio nazionale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga dall'Albania anche nel chietino: trentadue arresti in tutta Italia

ChietiToday è in caricamento