Doppie firme sulle liste elettorali, la procura di Chieti indaga su più di 50 casi

La commissione elettorale ha riscontrati diversi nominativi di cittadini che, volontariamente o a propria insaputa, avrebbero sottoscritto due liste fra le oltre 20 che hanno partecipato all'ultima tornata elettorale. Al momento nessuno è indagato

Sarebbero più di 50 i cittadini di Chieti che avrebbero firmato per due liste fra le oltre 20 che hanno partecipato alle ultime elezioni comunali. Doppie firme non consentite dalla legge, secondo cui ciascun elettore può firmare per consentire la partecipazione alla tornata elettorale di una sola.

Stando all’indiscrezione riportata dal quotidiano Il Centro, la commissione elettorale avrebbe segnalato i nominativi alla procura della Repubblica e il sostituto procuratore Giuseppe Falasca starebbe indagando sulla vicenda. Al momento, comunque, ancora nessuno dei 50 cittadini è indagato. Le doppie firme, infatti, potrebbero essere state riprodotte da terzi, senza che i diretti interessati ne sapessero nulla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento