menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donazione degli organi: a Chieti in pochi dicono sì

I dati riportati dall'associazione Aido Chieti "F.Gattone" che nel week-end 25/26 marzo sarà presente al Centro d'Abruzzo con un banchetto informativo

Da tempo i Comuni stanno aderendo a “Una scelta in Comune”, il progetto nazionale sulla donazione di organi che raccoglie la volontà o il diniego alla donazione di organi e tessuti al momento del rilascio o rinnovo della carta di identità.

Secondo i dati aggiornati all’8 marzo 2017 in Abruzzo, rilevati dalle statistiche del S.I.T. sistema informativo trapianti, le cifre più sconcertanti sono le opposizioni alla donazione di organi, della città dell'Aquila, dove a fronte di 335 consensi si contano 307 dinieghi, e Pescara con 365 consensi e 292 dinieghi. A Chieti la volontà è di sole 26 unità mentre non ci sono opposizioni, a Teramo i sì sono 457, i no 28.

Per la presidente Aido Chieti, Stefania Fasciani, i dati espressi in percentuale alla volontà di donare e i dati di diniego vanno di pari passo e fanno riflettere: “Ci si interroga sulla causa delle opposizioni: mancanza di sensibilità, di trasmettere l’informazione da parte dello  sportello dell'ufficio anagrafe, paura? Sicuramente si tratta un tema che va proposto, approfondito senza alcun timore” dice. 

Per parlarne intanto, nel fine settimana 25/26 marzo, l’ Aido Chieti "F.Gattone" sarà presente con i propri volontari al Centro d’Abruzzo a San Giovanni Teatino con un banchetto informativo, dalle 10,30 alle 19,30. Il tema è Donazione..parliamone oggi: un invito a riflettere, a decidere in vita del proprio patrimonio biologico, esprimendo la volontà attraverso il modulo di adesione Aido.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento