menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dogliola è il paese più multato d'Abruzzo: il Comune incassa 211euro per abitante

Il dato arriva dall'indagine dell'associazione Openpolis, che ha individuato nel dettaglio quanto le entrate da multe per violazione del codice della strada pesino sul bilancio degli enti locali

Sapevate che Dogliola, 367 anime nel medio vastese, è il comune d’Abruzzo più tartassato dalle multe, conquistandosi il 26esimo gradino fra tutti i comuni d’Italia? Il dato arriva dall’associazione Openpolis, che qualche giorno fa, sul suo blog, ha pubblicato un’indagine su quanto incassano gli enti locali dalla polizia municipale. Le infrazioni al codice della strada, infatti, contribuiscono al bilancio comunale, specialmente quando gli agenti sono ligi al dovere e non esitano a firmare un verbale. 

Il paese del chietino ha fatto registrare, nel 2014, entrate per 211 euro e 77 centesimi per abitante in multe pagate. Al terzo gradino del podio abruzzese c’è un altro paesino, Tufillo, dove le intemperanze degli automobilisti sono costate 119,01 euro per ognuno dei suoi 422 abitanti. Seguono San Martino sulla Marrucina, al quarto posto con 107,24 pro capite incassati sui conti correnti comunali, e Casacanditella, quinta in classifica con entrate per 60,07 pro capite. Fra i 10 comuni più tartassati d’Abruzzo ci sono anche Ripa Teatina, dove i verbali della municipale costano 27,57 per ogni abitante, e Torrevecchia Teatina, che si ferma a 22,35 euro. 

Ma come se la cavano i capoluoghi di provincia e specialmente Chieti, dove spesso i cittadini lamentano di imbattersi in agenti della polizia municipale troppo attenti alle regole? Le polemiche di tanti sono smentite dalla classifica: la città d’Achille si piazza al gradino numero 1.141 d’Italia e al 32esimo in Abruzzo, con entrate pro capite che non superano i 10 euro e 66 centesimi. Va peggio ai teramani, 29esimi in classifica, con 11 euro e 12 centesimi. Gioiscono invece gli indisciplinati pescaresi: infrangere il codice della strada costa solo 1 euro e 41 centesimi per abitante, all’88esimo posto in regione. Non pervenuti, invece, i dati del capoluogo di regione, L’Aquila. 

Quanto sono indulgenti, invece, gli agenti della municipale nelle altre località principali del chietino? Lanciano si ferma al 36esimo posto regionale: il Comune incassa 9 euro e 19 centesimi pro capite per le sanzioni comminate dai vigili. Vasto è 22esima, con una media pro capite di 13 euro e 64 centesimi, Guardiagrele al 112esimo posto, con appena 49 centesimi incassati dalla casse comunali per ogni abitantec. Mentre non sono pervenuti i dati di Francavilla al Mare, dove spesso i residenti lamentano una certa intransigenza di chi controlla, e di San Giovanni Teatino. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento