menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasce il distretto montano Majella madre, ne fanno parte 49 Comuni

Guardiagrele è il comune capofila. E' nato ufficialmente dopo che il ministro dei Beni culturali e del Turismo ha firmato il decreto di istituzione

Quarantanove comuni sulle tre province di L’Aquila, Chieti e Pescara, 2 Parchi nazionali, 4 riserve naturali: sono alcuni dei numeri del nuovo distretto montano “Majella Madre”, nato ufficialmente il 29 dicembre scorso dopo che il ministro dei Beni culturali e del Turismo ha firmato il decreto di istituzione.

Il distretto montano Majella Madre è il secondo in Abruzzo dopo la nascita di quello del Gran Sasso (che ha il primato di essere stato il primo distretto di montagna ad essersi costituito in Italia). Comune capofila è Guardiagrele, il distretto al proprio interno può contare su tanti altri centri e città di grande pregio storico e culturale come Sulmona, Pescocostanzo, Scanno, Pacentro, Caramanico Terme, Campo di Giove fino ai comuni dell’Alto Sangro Pescasseroli, Barrea e Scontrone, per chiudere con i comuni del Basso Sangro come Fara San Martino, Lettopalena, Lama dei Peligni. Al neonato distretto spetterà il compito di aggregare tutte le proposte di sviluppo turistico che arriveranno dai comuni.

All’interno del distretto Majella Madre ci sono i due importanti comprensori sciistici del Centro Sud Italia: Roccaraso-Rivisondoli-Pescocostanzo e Maielletta e 4 DMC, l’unica PMC della Regione, 3 Gal ma soprattutto 475 strutture ricettive con una capacità di posti letto di poco superiore ai 16 mila. I dati consolidati del 2016 sul movimento turistico nei comuni del distretto indicano 205.112 arrivi e 588.722 presenze di turisti italiani; 12.645 arrivi e 38.056 presenze di turisti stranieri. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento