Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Disservizi all'Ufficio Anagrafe: gli impiegati sostengono che lo sportello abbia chiuso alle 12.35

L'assessore Giampietro replica alla segnalazione di un disservizio subito da una giovane mamma ma si impegna ad ampliare l'orario di apertura degli sportelli comunali

In merito al disservizio segnalato da una giovane donna la quale denunciava la chiusura anticipata, una settimana fa, di uno sportello dell’Ufficio Anagrafe del Comune di Chieti, l’assessore Giuseppe Giampietro, sentita la funzionaria dell’ufficio, interviene per fare chiarezza.

“Lunedì scorso – spiega l’assessore all’Anagrafe, -   presso questo uffici, erano in funzione due sportelli di Anagrafe di cui uno adibito al rilascio dei certificati e carte d’identità, l’altro ai cambi di residenza.

All’orario indicato nell’articolo si era verificata una notevole coda agli sportelli cui si è cercato di ovviare, dato l’approssimarsi dell’orario di chiusura, semplicemente proponendo a coloro che non dovevano effettuare carte d’identità di recarsi presso lo sportello cambi di Rresidenza, come normalmente si fa al fine di riequilibrare la fila.

L’operazione si è resa necessaria per evitare di arrivare al termine della giornata lavorativa senza aver effettuato le operazioni di chiusura cassa che comportano un conteggio delle carte emesse e dei diritti di segreteria incassati e per consentire di completare le operazioni di archiviazione delle carte”.

Gli impiegati addetti allo sportello in questione dichiarano di aver chiuso il servizio alle 12.35, oltre mezz’ora dopo l’orario previsto, le 12, e non 15 minti prima come sostenuto dalla signora Arianna.

“Questo ufficio – sottolinea ancora Giampietro – in casi di urgenza motivata si è sempre mostrato disponibile in situazioni di emergenza, fuori orario, a rilasciare carte d’identità e certificati al fine di venire incontro alle esigenze dei cittadini”.  

Resta il disservizio subito dalla giovane mamma, la quale, a quanto si apprende, non sarebbe l’unica a essere stata ricevuta con poca gentilezza e costretta a rimandare l’ incombenza.

A questo proposito, l’amministrazione comunale dice di essere al lavoro per migliorare la qualità dei servizi resi alla ex Banca d’Italia oltre che per ampliare gli orari di apertura degli sportelli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disservizi all'Ufficio Anagrafe: gli impiegati sostengono che lo sportello abbia chiuso alle 12.35

ChietiToday è in caricamento