Pista da motocross abusiva e rifiuti speciali a cielo aperto: denunciate tre persone

Due dovranno rispondere di violazione al testo unico ambientale, una di violazione delle leggi urbanistiche

Immagine d'archivio

Tenevano rifiuti speciali, alcuni pericolosi, sul terreno di fronte casa: scarti edilizi, materiale con amianto, immondizia che va smaltita secondo regole precise. Per questo, tre persone sono state denunciate: due per violazione al testo unico ambientale, una per violazione delle leggi urbanistiche. È accaduto a Tollo, in località Santa Lucia, dove i carabinieri forestali di Ortona hanno posto sotto sequestro la discarica abusiva e un'altra area.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poco distante, infatti, è stata individuata una zona di due ettari e mezzo, che veniva adibita a pista di motocross. Tuttavia, non c'era alcuna autorizzazione regionale o comunale, tantopiù che la pista abusiva è stata realizzata in un'area agricola sottoposta a vincolo idrogeologico, in una zona a pericolosità elevata secondo il Piano di assetto idrogeologico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Prorogate tutte le zone rosse: non si può entrare e uscire fino al 13 aprile

  • Coronavirus, in Abruzzo sono morte altre 10 persone

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi in Abruzzo: ci sono 78 nuovi casi

  • È scomparso ad Arielli il "poeta agricoltore" Tommaso Stella

  • Coronavirus, morte altre 13 persone: ci sono anche due teatini e due uomini della provincia

Torna su
ChietiToday è in caricamento