menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La discarica in fiamme: il sito era noto da anni

Nel 2009 l'area venne individuata dagli uomini del Roan della Guardia di Finanzache su quel terreno trovarono rifiuti pericolosi fra i quali batterie esauste al piombo, accumulatori, batterie al nichel cadmio, fanghi, oli esausti di origine minerale e scarti di olio, farmaci scaduti

La presenza della discarica distrutta da un rogo alle porte di Chieti, nata come impianto per lo stoccaggio di rifiuti speciali, è nota da anni: nel febbraio del 2009 l'area venne infatti individuata dagli uomini del Roan della Guardia di Finanza di Pescara che su quel terreno trovarono rifiuti pericolosi fra i quali batterie esauste al piombo, accumulatori, batterie al nichel cadmio, fanghi, oli esausti di origine minerale e scarti di olio, farmaci scaduti, solventi e miscele di solventi, diluenti per solventi, diluenti per vernici, resine a scambio ionico.

Dall'indagine della Finanza è nato un processo che portò nel 2012 alla condanna da parte del giudice monocratico di Chieti del legale rappresentate della società che gestiva l'impianto, una condanna a 8 mesi di arresto e 15.000 euro di ammenda. Il sito non è mai stato bonificato.

La Finanza, sempre nel 2009, scoprì che molti rifiuti non erano ispezionabili in quanto raggiungerli avrebbe comportato una condizione di rischio e che molte zone dell'impianto di stoccaggio erano inaccessibili a causa della presenza dei rifiuti e quindi qualora si fosse verificato un incendio sarebbe stato difficile per i soccorritori poter intervenire.

Cosa che si è puntualmente verificata nella notte dal 27 giugno, difficoltà alle quale si sono aggiunte quelle legate ad una strada provinciale, la numero 8, chiusa per frana dal 2 dicembre del 2013, e riaperta solo per poche settimane, fra il 19 gennaio e il 26 febbraio scorsi quando, a causa delle piogge, altra terra è venuta giù dalla collina sovrastante bloccando definitivamente quel tratto di strada su cui ricade l'unico accesso alla discarica andata a fuoco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento