rotate-mobile
Cronaca

Discarica di Bussi, la Cassazione: il processo resta a Chieti

Il procuratore generale della Cassazione ha chiesto il rigetto della richiesta degli avvocati della Montedison di spostare il processo da Chieti

Il procuratore generale della Cassazione ha chiesto il rigetto della richiesta degli avvocati della Montedison di spostare il processo sulla discarica di Bussi da Chieti.

I legali della Montedison chiedono infatti che il processo si tenga "in una sede dove i soggetti giudicanti non siano già riconosciuti essere stati 'contaminati', esposti a pericoli per la loro salute". La vicenda sulla mega discarica di rifiuti tossici, rinvenuta nel marzo 2007, conta 19 imputati, quasi tutti ex amministratori e vertici della Montedison, accusati di avvelenamento delle acque e disastro ambientale doloso.

L'udienza è ancora in corso a Chieti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica di Bussi, la Cassazione: il processo resta a Chieti

ChietiToday è in caricamento