Cronaca

Dirigenti del Cus Chieti a processo per peculato

Sono accusati di essersi impossessati di una parte dei fondi pubblici dei quali il Centro universitario sportivo era destinatario

Sono accusati di essersi impossessati di una parte dei fondi pubblici dei quali il Cus era destinatario. Per questo, con l'accusa di peculato, il gup del tribunale di Chieti Isabella Maria Allieri ha rinviato a giudizio con l’accusa di peculato il presidente del Cus Chieti Mario Di Marco e il segretario generale e tesoriere del Centro universitario sportivo Graziano D’Intino.

Secondo l’accusa avrebbero sottratto il contributo iscritto nel bilancio dell’Università d’Annunzio per le attività didattico-scientifiche dei corsi di studio delle facoltà di Scienze dell’educazione motoria e per il sistema sportivo integrato e dei contributi del ministero dell’Università. Inoltre, semrpe secondo l'accusa, avrebbero erogato pretestuosi rimborsi per spese non documentate ed estranee all’attività del Cus.

Il processo è stato fissato per il prossimo 5 giugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dirigenti del Cus Chieti a processo per peculato

ChietiToday è in caricamento