Cronaca

Dipendenti del Comune di Lanciano aggredite e picchiate in ufficio: arriva l'ambulanza

Le due donne sono finte al pronto soccorso. Il sindaco Pupillo: "E' inammissibile quanto accaduto". Il Comune si costituirà parte civile

Violenza gratuita a Lanciano dove questo pomeriggio un'assistente sociale e un'impiegata del Comune sono state aggredite da un uomo, che avrebbe messo le mani addosso alle due lavoratrici perchè, a detta sua, responsabili di avergli tolto l'affidamento di due figlie minori finite in una casa di accoglienza.

E' il sindaco Mario Pupillo a renedere nota la vicenda che ha colpito le due dipendenti del Settore Politiche Sociali del Comune di Lanciano.
 
"Questo pomeriggio si è verificato un fatto di violenza gravissimo - racconta - Condanno fermamente l'inaudita violenza che è stata rivolta con ferocia nei confronti di due lavoratrici impegnate ogni giorno a tutela dei più deboli e dei più fragili. Ancor più grave è che ad aggredire fisicamente le signore sia stato un genitore nel corso di un incontro protetto in un ufficio pubblico, davanti alle figlie minori, allontanate dalla famiglia di recente".

L'episodio è avvenuto poco dopo le 16: secondo una prima ricostruzione l'uomo, assieme alla moglie, stava svolgendo con l'assistente sociale un incontro protetto per poter vedere le figlie, improvvisamente ha avuto uno scatto d'ira e ha sbattuto l'assistente sociale contro un muro, picchiandola ripetutamente al volto e allo stomaco, mentre contemporaneamente l'impiegata ha cercato di proteggere la collega e anche lei ha ricevuto un violento pugno sul viso.

Le due donne, sconvolte, sono state soccorse dal 118 e sono finite al pronto soccorso. Sul posto, dopo essere stati allertati, sono giunti anche polizia e carabinieri. 

"E' inammissibile quanto accaduto - commenta ancora Pupillo - saremo al fianco delle dipendenti in ogni grado di giudizio e il Comune si costituirà parte civile, certi che il responsabile dell'aggressione sarà presto assicurato alla giustizia. Alle lavoratrici e a tutto il Settore Politiche Sociali, che già è stato segnato da un'analoga violenza nel giugno 2016, va la totale e incondizionata solidarietà mia, dell'assessore alle Politiche Sociali Dora Bendotti e di tutta l'amministrazione".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendenti del Comune di Lanciano aggredite e picchiate in ufficio: arriva l'ambulanza

ChietiToday è in caricamento