Cronaca

Dipartimento Militare di Medicina Legale, chiesto un incontro al Prefetto

In una lettera inviata al dott. de Marinis, i sindacati proclamano lo stato di agitazione del personale civile, chiedendo l'attivazione delle "procedure di conciliazione previste dall'art. 2, secondo comma della Legge 146/90, sulle norme di garanzia dei servizi pubblici essenziali"

In una lettera inviata al Prefetto di Chieti Fulvio Rocco de Marinis, le segreterie provinciali di FP CGIL, CISL FP, UIL PA ed FLP Difesa proclamano lo stato di agitazione del personale civile del Dipartimento Militare di Medicina Legale di Chieti, chiedendo l'attivazione delle "procedure di conciliazione previste dall'art. 2, secondo comma della Legge 146/90, sulle norme di garanzia dei servizi pubblici essenziali e sulle procedure di conciliazione in caso di sciopero valutato idoneo".

Le motivazioni della protesta e delle eventuali successive azioni di mobilitazione sono collegate, spiegano i sindacati, alla "ventilata e imminente soppressione dell'Ente, con inevitabili pesanti ricadute negative sui lavoratori, sugli utenti del servizio e sull'intero tessuto economico e sociale del comprensorio di Chieti". Le segreterie provinciali
evidenziano dunque la necessità di coinvolgere, al tavolo che sarà convocato, tutte le Istituzioni presenti sul territorio a vario titolo interessate alla vicenda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipartimento Militare di Medicina Legale, chiesto un incontro al Prefetto

ChietiToday è in caricamento