Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Vasto

Si dimette il commissario liquidatore del Cotir di Vasto, quale futuro per il centro di ricerca?

Nei prossimi giorni il consigliere regionale Febbo convocherà in commissione vigilanza le parti interessate per capire se c'è un margine di speranza

Le dimissioni del commissario liquidatore Andrea Cleofe gettano ulteriori ombre sul futuro del Cotir di Vasto. E il consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo chiede chiarezza alla Regione in merito alle sue intenzioni sul centro di ricerca.

“Sono state puntualmente disattese tutte le garanzie e le promesse avanzate sia dal presidente D’Alfonso, sia dall’assessore Pepe nei confronti del Cotir, che oggi vive una situazione debitoria dove i dipendenti e stessa struttura sono al più completo sbando e abbandono come denunciato in questi ultimi anni”. In particolare, Febbo contesta la mancanza di “un piano finanziario sicuro”.

Il 20 giugno scorso, in una riunione a cui partecipò lo stesso Febbo, con D’Alfonso, l’assessore Dino Pepe, il presidente del consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio, il presidente della commissione Agricoltura Lorenzo Berardinetti e il consigliere Mario Olivieri, si stabilì di assorbire nel Crab di Avezzano anche il Cotir di Vasto. In questo modo, 20 unità del consorzio vastese sarebbero state riassorbite, mentre per altri sei lavoratori si sarebbe studiata una soluzione. Per questo epilogo, come sottolineato nella riunione, sarebbero stati necessari 2 o 3 milioni di euro.

“Ovviamente - denuncia Febbo - tutto questo è stato tutto disatteso, o meglio assistiamo a un silenzio assordante. Pertanto - conclude Febbo – nei prossimi giorni, all’apertura dei lavori consiliari, convocherò in commissione vigilanza le parti interessate per capire le reali intenzioni di questa giunta regionale al fine di analizzare le intenzioni del nuove Centro Unico e, soprattutto, comprendere se esistono le condizioni affinché il Cotir speri ancora in un futuro o bisogna rassegnarsi all’idea che il governo D’Alfonso abbia deciso di salvare solo il centro di ricerca di Avezzano”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si dimette il commissario liquidatore del Cotir di Vasto, quale futuro per il centro di ricerca?

ChietiToday è in caricamento