rotate-mobile
Cronaca

Incidenti mortali sul lavoro, nel 2015 diminuiscono nel chietino

La provincia è quella in cui ci sono stati meno casi, 5, uno in meno rispetto all'anno precedente

Chieti è la provincia abruzzese che nel 2015 ha avuto il numero inferiore casi di morti sul lavoro, 5, uno in meno rispetto all’anno precedente. Questo l’esito dei dati elaborati dall’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering a partire dai dati ufficiali Inail. 

L’anno appena passato è stato funestato, nel chietino, da 5 casi di incidenti sul lavoro mortali, con un’incidenza sul numero degli occupati (141.454) del 35,3 per cento, facendo piazzare la provincia nel 66esimo posto in graduatoria nazionale. L’anno scorso era 33esimo.

Va peggio all’Aquila, che con 8 casi su quasi 112mila occupati è invece 17esima. Stessa statistica per il teramano, che si aggiudica la 19esima posizione con poco più di 119mila occupati. A Pescara i casi sono stati 7 su poco più di 118mila occupati, con il 28esimo posto in graduatoria. 

Tuttavia, a livello nazionale, i numeri crescono in maniera drammatica: sono 1.172 le morti bianche in 12 mesi, con una media di 98 infortuni fatali al mese, più di 3 al giorno. Sono 163 i morti in più rispetto al 2014.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti mortali sul lavoro, nel 2015 diminuiscono nel chietino

ChietiToday è in caricamento