Cronaca

Lanciano, la "strana esultanza" del portiere del Napoli: conduttore e direttore a giudizio

Paolo Rosato e Xavier Jacobelli a processo nel 2014. Secondo l'accusa avrebbero diffamato su Youtube il giocatore Morgan De Sanctis

Sono stati rinviati a giudizio dal gip del Tribunale di Lanciano, Paolo Rosato, 34 anni, di Lanciano, conduttore del programma web 'Quotidiano.Net', e il giornalista Xavier Jacobelli, 54 anni, di Bergamo, ex direttore di Tuttosport e attuale direttore editoriale di Calciomercato.com.

L'accusa è di diffamazione nei confronti del portiere del Napoli, Morgan De Sanctis, originario di Guardiagrele in relazione ai commenti rilasciati sulla 'strana' esultanza dello stesso giocatore dopo un gol segnato da Cavani in Napoli-Lecce del 3 dicembre 2011.

I COMMENTI CONTESTATI Gli atti relativi alla vicenda sono stati trasmessi alla procura lancianese da quella partenopea. I commenti contestati riguardano l'analisi fatta in studio da Rosato e Jacobelli del video amatoriale divulgato da Sky a dicembre 2011: “Calcio scommesse: video choc Cavani-goal. De Sanctis si infuria, perché?", postato su YouTube il 9 gennaio 2012.

Nel video commentato dai due imputati si vede prima Cavani che segna il 4-1 del Napoli sul Lecce e subito dopo il portiere De Sanctis, che allarga la braccia in un gesto di apparente dispiacere; e dietro la rete Cristiano Lucarelli, infortunato, che informa il compagno di squadra dei minuti mancanti alla fine.

Le immagini avevano fatto il giro della rete e su YouTube, lanciando sospetti sulla partita poi finita 4-2 per il Napoli. De Sanctis, dopo avere visto il video, aveva commentato che si trattava di un gesto di liberazione e che quella scatenata dal web nei suoi confronti fosse una "caccia alle streghe".

Il processo si terrà nel 2014, in una data ancora da fissare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano, la "strana esultanza" del portiere del Napoli: conduttore e direttore a giudizio

ChietiToday è in caricamento