menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chieti protagonista del dialogo interculturale con "Dialogue is freedom"

La campagna consiste nell'aver disseminato di adesivi con il messaggio "Dialogue is freedom", ovvero "Il dialogo è libertà" nelle città coinvolte del bacino Adriatico

La città di Chieti, insieme a undici fra i maggiori centri del bacino Adriatico, è protaognista del dialogo interculturale con la campagna Dialogue is freedom, sviluppata dall'associazione teatina Identities, nell'ambito di Balkan without hate, progetto finalizzato alla diffusione della cultura No hate e del dialogo interculturale nei Balcani e oltre, co-finanziato dalla Comunità Europea, tramite la Key Action 2 del programma Erasmus Plus. 

La campagna consiste nell'aver disseminato di adesivi con il messaggio "Dialogue is freedom", ovvero "Il dialogo è libertà" nelle città coinvolte: oltre a Chieti, Belgrado (Serbia), Bucarest (Romania), Chieti (Italia), Gyumri (Armenia), Larissa (Grecia), Mostar (Bosnia Herzegovina), Podgorica (Montenegro), Prishtina (Kosovo), Sofia (Bulgaria), Tirana (Albania) e Zagabria (Croazia).

L'obiettvo è quello di rafforzare le connessioni tra diversi attori della società civile e a ribadire la funzione imprescindibile del dialogo, nella costruzione dei rapporti umani. Identities invita chi voglia a sostenere la campagna utilizzando il logo come immagine del profilo sui propri profili social, o condividendo l'immagine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento