Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Canosa Sannita

Dialifluids, poche possibilità per lo stabilimento di Canosa Sannita

Giovedì l'incontro presso il Ministero dello sviluppo economico. C'erano due potenziali acquirenti ma non hanno fornito sufficienti garanzie di possedere un business sostenibile ed essere quindi in grado di garantire la produzione del sito

Poche garanzie per la Dialifluids al momento: nessuno dei due potenziali acquirenti dello stabilimento di Canosa Sannita ha fornito sufficienti garanzie di possedere un business sostenibile ed essere quindi in grado di garantire la produzione presente e futura del sito.

E' quanto emerso ieri presso il Ministero dello sviluppo economico da un incontro di aggiornamento del tavolo di lavoro sullo stabilimento Dialifluids (gruppo Fresenius Medical Care).

Dunque entrambi i potenziali compratori hanno visitato lo stabilimento e presentato un piano industriale, “ma nessuno dei due possiede un reale accesso al mercato né la capacità di creare una nuova domanda per i prodotti esistenti dello stabilimento di Canosa Sannita – sottolinea una nota dell’azienda - che attualmente hanno una quota di mercato molto bassa che non assicura sostenibilità a lungo termine”.

La Dialifluids, che a Canosa ha 120 dipendenti, ha fatto sapere di essere disponibile  a valutare un eventuale interesse da parte di nuovi potenziali compratori affidabili “purché il processo si concluda entro luglio 2015, quando la chiusura dello stabilimento diventerà effettiva, come già programmato e condiviso con tutte le parti coinvolte".

Nel ricordare di aver sottoscritto con le rappresentanze sindacali un Piano Sociale rispettando tutti gli accordi, Dialifluids fa sapere di aver offerto ai dipendenti la possibilità di ricollocazione presso altre aziende del gruppo Fresenius. “In particolare – prosegue la nota -  nella sede di Palazzo Pignano (CR) della Sis-Ter. Alcuni dipendenti di Dialifluids sono già stati in visita presso la Sis-Ter per due settimane e stanno decidendo se trasferirsi. Qualcun altro ha ricevuto una proposta di lavoro. Tutte queste azioni dimostrano l'impegno e la buona fede di Dialifluids nel ricercare le migliori soluzioni possibili per i propri dipendenti”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dialifluids, poche possibilità per lo stabilimento di Canosa Sannita

ChietiToday è in caricamento