Cronaca

Le bollette dell'acqua sono errate: Di Primio annulla le fatture del 2012

Verranno emesse nuove bollette nella quali la Teateservizi effettuerà i conteggi dell'acconto su base 12 mesi e potranno essere pagate sempre in tre rate. Quelle del 2011 sono esatte

Le bollette dell'acqua inviate dalla Teateservizi a casa di 27 mila utenti sono errate. Questa mattina la Giunta comunale ha emesso una delibera che annulla le bollette relative all’acconto 2012 e prevede una nuova emissione con quantificazione del consumo presunto tenendo conto dei metri cubi fatturati per il 2011 sulla base di un lasso di tempo di dodici mesi. Le nuove bollette che arriveranno potranno essere pagate sempre in tre mesi, come precedentemente stabilito.

Le fatture relative al 2011 invece, non essendo state rilevate incongruenze, vanno pagate.

Infine, per coloro che abbiano già versato l’acconto 2012, si procederà a eventuale conguaglio, previa verifica da parte della società.

Il sindaco Di Primio, nel precisare che il provvedimento urgente è stato deciso "per evitare disagi ai cittadini ed affrancare Teateservizi e Comune da ricorsi" ha ricordato che "la grave situazione economica in cui versa l’Ente è attribuibile all'amministrazione di centrosinistra che ha lasciato in eredità oltre otto milioni di euro di debiti nei confronti di Aca per fatture non pagate dal 2006 al 2008 e non provvedendo ad emettere bollette per la riscossione dei ruoli dell’acqua per diversi anni".

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le bollette dell'acqua sono errate: Di Primio annulla le fatture del 2012

ChietiToday è in caricamento