Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Torino di Sangro

Lecceta di Torino di Sangro: distrutto un pezzo di Riserva

Lo denuncia Luciano Di Tizio, presidente Wwf Abruzzo: "L'area, sottoposta a monitoraggio dal per la presenza e la nidificazione della testuggine terricola europea, è stata devastata da ignoti per ricavarne un vantaggio da poche decine di euro"

Una parte dell'area Riserva Regionale ''Lecceta di Torino di Sangro'' è stata devastata da ignoti per ricavare poche decine di euro. Lo denuncia il presidente del Wwf Abruzzo e coordinatore della Societas Herpetologica Italica Abruzzo Molise, Luciano Di Tizio: "Il lembo di territorio - spiega - piccolo ma prezioso, è inserito nel Piano d’Assetto Naturalistico e sottoposto a monitoraggio dal 1981 per la presenza e la nidificazione della testuggine terricola europea (Testudo hermanni)".

La devastazione, denunciata alle autorità dalla Direzione della Riserva, si è concretizzata attraverso il prelievo, con mezzi meccanici, di inerti in un’area di protezione esterna e di proprietà del demanio comunale, dove simili interventi hanno bisogno di una preventiva autorizzazione.

“E' l’ennesima dimostrazione di insensibilità da parte di chi, per fortuna pochi rispetto alla stragrande maggioranza degli abruzzesi, non vuol capire che la vera ricchezza della regione è data dalla sua splendida natura e dal suo importante patrimonio di biodiversità – sottolinea Di Tizio- L’auspicio – conclude – è che i responsabili vengano individuati e puniti, ma ancor più che il Comune condizioni le concessioni d’uso del proprio territorio a precisi vincoli di tutela”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecceta di Torino di Sangro: distrutto un pezzo di Riserva

ChietiToday è in caricamento