Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Puntate al poker online con la prepagata di un altro: denunciato un 29enne, rischia fino a cinque anni di carcere

L'indagine è nata dopo la denuncia di un 20enne, che si era ritrovato addebitate spese ingenti per il gioco mai effettuate

Si è accorto che dalla sua carta prepagata erano stati effettuati versamenti a un sito di poker online. Ma lui non aveva mai giocato in vita sua. 

Per questo un ventenne di Guardiagrele, lo scorso maggio, ha deciso di rivolgersi ai carabinieri, per denunciare la clonazione della carta e far luce su quelle spese ingenti che non aveva mai effettuato. 

Le indagini dei militari sono scattate immediatamente e in un primo momento sono riusciti a risalire a ritroso all’intestatario del conto di gioco, una ragazza residente in Sardegna. La sua patente era stata utilizzata per formalizzare l’account, ma lei era ignara di tutto e dunque ha sporto denuncia a sua volta.

A questo punto, il truffatore ha fatto un errore: al conto ha collegato un numero di telefono, ma soprattutto una mail che all’occhio attento dei militari non sembrava essere della ragazza. Conteneva infatti un nome maschile e una data di nascita diversa.

Dall’intestatario del numero, i carabinieri sono riusciti a risalire alla madre del truffatore, che ha confermato che quella sim era in uso a suo figlio. E il nome e la data di nascita corrispondevano a quelli indicati nella mail.

Si tratta di un 29enne residente in provincia di Alessandria, sicuramente abile con il pc, che è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Guardiagrele per sostituzione di persona e indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puntate al poker online con la prepagata di un altro: denunciato un 29enne, rischia fino a cinque anni di carcere

ChietiToday è in caricamento